Un paio di news serie e altre due ancora più serie.

Partiamo dalla Germania dove in una intervista concessa al giornale Handelsblatt il capo della cancelleria Helge Braun ha affermato che presto lo Stato chiuderà i cordoni della borsa e addio aiuti (https://app.handelsblatt.com/politik/deutschland/kanzleramtschef-im-interview-helge-braun-kuendigt-ende-grosszuegiger-corona-hilfe-an-staat-ist-nicht-unbegrenzt-handlungsfaehig/26666280.html?ticket=ST-3326843-j7IzvlU9Nl9pomx2zcao-ap4).

Pare infatti che per il 2021 la Germania abbia già messo in conto un aumento del debito di 180 miliardi che si andranno ad aggiungere a quelli già messi sul piatto nel 2020 e quindi ulteriori spese non sarebbero ammesse.

Già prima i tedeschi erano leggermente incazzati. Auguri!

C’è anche un accenno a un’altra intervista che ho già condiviso, quella allo storico della medicina Jörg Vögele col quale Braun non sembra essere d’accordo.

Ricordo che Vögele aveva detto che si sta facendo troppo allarmismo attorno a una pandemia (mediatica per gli amici) nemmeno lontanamente paragonabile a quelle del passato, anche recente.

Maurizio Blondet aggiunge elementi alla notizia, non confermata, del prelevamento da parte dell’esercito degli States di un server a Francoforte dal quale sarebbe possibile estrarre prove di frodi elettorali nelle elezioni a stelle e strisce (https://www.maurizioblondet.it/47584-2/).

Se aggiungiamo che oggi Powell e Giuliani hanno prodotto prove importanti in Arizona, Michigan e Georgia e la Corte Suprema si avvicina forse l’idea finale di Blondet di farsi quattro risate alla faccia dei commentatori nostrani che hanno venduto la pelle dell’orso un po’ troppo presto si potrebbe realizzare.

Come sapete la strada verso un mondo privo di contatto umano è tracciata grazie alle panzane che vi stanno raccontando, alla paura dei virus e quant’altro, ma non vi preoccupate perché c’è PortlHolo, che alla modica cifra di 60.000 dollari porta direttamente nel vostro salotto l’interlocutore di turno in versione ologramma (https://portlhologram.com/).

Fa niente che sembra un cinema in 3D senza gli occhialini e niente più.

Mettiamola così. Per gli amanti si Star Wars potrebbe essere l’occasione di provare in prima persona l’emozione di parlare con ObiOne. Vuoi mettere.

Ma la notizia del giorno è quella con la quale chiudiamo.

Ricordate il monolito stile 2001 Odissea nello Spazio spuntato misteriosamente dal nulla nel deserto dello Utah pochi giorni fa?

Beh! E’ sparito, così come era venuto, senza lasciar traccia (https://www.theguardian.com/us-news/2020/nov/29/monolith-vanishes-from-utah-desert).

Un po’ come la nostra vita.

Video.