Fa sempre piacere sottolineare le boiate proferite dai “professionisti dell’informazione“.

Questa mattina ascoltavo il TG di Euronews confidando di imbattermi nell’ennesima chicca. E loro signori non deludono mai.

Agevoliamo il video incriminato.

Ci dicono che i cosiddetti eroi sono stati premiati per aver realizzato in tempo record il vaccino Astra Zeneca.

Vediamo ora quanti morti e feriti ha fatto l’intruglio miracoloso fino ad ora nella sola Gran Bretagna (https://assets.publishing.service.gov.uk/government/uploads/system/uploads/attachment_data/file/992565/COVID-19_AstraZeneca_Vaccine_Analysis_Print_-_DLP_02.06.2021.pdf).

195.641 segnalazioni con 717.250 reazioni avverse più o meno gravi (per esempio abbiamo guadagnato 221 ciechi) e 863 morti.

Gliela facciamo passare? Ma sì dai! E ringraziano anche tutti gli altri, come quelli defunti o gravemente oltraggiati nel corpo dall’intruglio anglo-svedese in Italia.

Qual’è l’altra boiata? Ah sì! Il vaccino Astra Zeneca ha permesso all’Inghilterra di uscire per prima in Europa dalla pandemia.

Agevoliamo l’ultimo aggiornamento da worldometer (https://www.worldometers.info/coronavirus/country/uk/). Come vedete di casi “non ce n’è più”.

Solo quei 7/8.000 al giorno. Che se parametrate questi signori all’Italia… Se loro sono usciti dalla pandemia allora noi dove siamo? In Paradiso? No perché non me ne sarei accorto.

Anche i morti sono una decina o poco più. E infatti Boris Johnson, che aveva fissato nel 21 giugno il grande giorno per la riapertura totale e senza prescrizioni è solo un attimo indeciso (https://www.yorkpress.co.uk/news/19369382.boris-johnson-says-no-final-decision-yet-june-21-reopening/), ma va tutto bene.

Che poi piazzare Sterling e Henderson a corredo della notizia fa sempre piacere.

Il buon Roberto Quaglia ha da tempo coniato la definizione finale per costoro, giornalismo orofecale. Avanti così!

Select a target language

    Translator

    Select a taget language: