Il 31 agosto e 1 settembre si è fatta una due giorni alla scoperta di alcune località ancora non battute – di questi tempi giova staccare la spina dal delirio in corso al fine di dare ossigeno alla mente. Condividiamo i momenti salienti casomai a qualcuno facesse piacere visitarli.

Partiamo con Villa De Vecchi a Cortenova (Lecco), la villa infestata dai fantasmi, che però non erano in casa al momento della nostra venuta.

Seconda tappa del primo giorno, post buon pranzo in quel di Varenna, il Castello di Vezio che si staglia sul lago da Perledo (Lecco). Bello non così come ce lo avevano fatto immaginare precedenti visitatori, ma comunque interessante anche per la presenza di volatili rapaci (gufo e nibbio) e di un notevole uliveto. E poi la vista vale il costo del biglietto (5 euro).

Non ditelo in giro, qui è richiesta mascherina per modo di dire e non esiste il lasciapassare degli eletti. Acqua in bocca!

Ultima proposta in arrivo dalla scampagnata di ieri, 1 settembre, al Parco dell’Alpe Veglia per visitare il Lago delle Streghe, che poi sono due e noi quindi ne abbiamo uno solo (sarà per la prossima). Per raggiungere la zona partendo da Stresa, dove si è fatto un buon pranzo, si fanno bei 12 chilometri in auto su strada abbordabile in salita e 4 chilometri a piedi da San Domenico che, come si evince dal filmato, lasciano il segno anche se poi ti riprendi subito alla vista della vallata.

Settimana prossima aggiungeremo una nuova tappa, ma questa è un’altra storia.

Select a target language

    Translator

    Select a taget language: