Da leggere i primi due articoli, con numerosi collegamenti a supporto delle tesi proposte.

Mi piace poi condividere a distanza di qualche giorno alcuni documenti nostrani per proporre un paio di riflessioni.

Il primo articolo (https://www.realclearpolitics.com/articles/2020/08/07/the_myth_that_lockdowns_stop_pandemics_143899.html) riassume con ottima sintesi perché il cosiddetto lockdown, o confinamento per noi, sia inutile e dannoso.

Consiglio di dare un’occhiata ai collegamenti che definiscono al meglio la questione.

Dalla mia posso solo dire che il confinamento dei sani è e resta un mito costruito a tavolino al quale, purtroppo a causa della paura, le masse hanno ceduto senza fiatare.

Quale sarebbe quindi l’unico effetto dei mesi di confinamento dei sani messo in pratica in (quasi) tutto il mondo? Esattamente e solamente il postporre il raggiungimento della immunità di gregge.

Il secondo articolo (https://www.zerohedge.com/political/worlds-top-epidemiologists-masks-dont-work) ci ricorda che, al contrario di quanto sostenuto dai media di regime e da pseudo scienziati prezzolati, in letteratura scientifica sull’uso delle museruole (pardon! mascherine) non esiste alcuna evidenza riguardo la loro efficacia, mentre abbiamo invece evidenze della loro potenziale pericolosità.

Si ricordano tra l’altro quei paesi che hanno evitato di rendere obbligatorio l’uso della museruola con annesse motivazioni.

Dalle nostre parti, come peraltro in Francia e Spagna, possiamo ben capire perché ci si ostina a mantere l’obbligatorietà. C’è da far soldi e nel business della museruola si sono buttati a pesce in tanti, soprattutto parenti e amici di…

Ad ogni modo resto dell’idea che sia questione di soldi, ma soprattutto l’obiettivo sia verificare quanta presa faccia il terrorismo sulle masse. Operazione riuscita nella maggior parte dei casi.

Condivido anche io i verbali del CTS (Comitato Tecnico Scientifico) che hanno fatto tanto scalpore: https://www.fondazioneluigieinaudi.it/i-verbali-del-comitato-tecnico-scientifico/.

Ricordo solo che sono cinque documenti su più di cinquanta, un po’ pochino a dire il vero.

E poi se è vero che emerge il dubbio che il confinamento di tutta Italia sia stato deciso a dispetto di quanto suggerito dal CTS, io resto dell’idea che il CTS stesso sia in realtà stato messo in piedi come foglia di fico per nascondere i veri decisori. Ed è chiaro che non mi riferisco a Conte, mera marionetta, ma al trio di portavoce dell’OMS Ricciardi, Rezza, Ranieri Guerra (perché sia chiaro, anche loro sono meri esecutori).

In definitiva va bene così per il contentino ai fessi, ma qui c’è poco o nulla.

Chiudo con la sentenza (http://www.dirittoegiustizia.it/allegati/16/0000088800/Giudice_di_Pace_di_Frosinone_sentenza_n_516_20_depositata_il_29_luglio.html) del giudice di pace di Frosinone che ha cancellato una multa comminata durante il confinamento sancendo l’illegittimità degli atti del Governo.

La vorrei leggere tutta d’un fiato per partecipare della mia gioia nel vedere un giudice coraggioso (spero non sia già finito a pelar patate) che dice le cose come stanno.

Cito solo la conclusione:

Del resto, tali illegittime misure di sanità pubblica sono state recepite dal DPCM sul modello di quelle adottate in Stati non democratici, come la Cina, che hanno un ordinamento costituzionale autoritario giuridicamente incompatibile con il nostro ordinamento costituzionale, fondate su garanzie individuali inviolabili, ignote agli ordinamenti autoritari ed agli esperti sanitari di quei paese e del nostro, in quanto non competenti in diritto costituzionale.

Chapeau!

Serve altro?

Lo so che è inutile parlare si sordi ma ci provo lo stesso.

Lo capite che ci stanno prendendo in giro fin da principio?

Lo capite è stato programmato tutto (qui sotto qualche info in più la trovate)?

Lo capite che hanno trasformato una influenza nella peste?

E infine… Lo capite che sta per avvenire un evento storico (ed è già bello comunque vada caso esserci) che porterà ad un reset del sistema economico-finanziario-politico-sociale?

Preparatevi, almeno spiritualmente, perché sarà uno spettacolo epocale.