Da domani al 2 giugno a Montreaux in Svizzera sarà possibile andare a vedere l’annuale riunione del Gruppo Bilderberg.

Scherzavo! Se andaste da quelle anche solo a prendere un gelato rischiereste l’arresto. Sai com’è, si devono dare un tono.

Temi: https://bilderbergmeetings.org/meetings/meeting-2019/press-release-2019

  1. A Stable Strategic Order
  2. What Next for Europe?
  3. Climate Change and Sustainability
  4. China
  5. Russia
  6. The Future of Capitalism
  7. Brexit
  8. The Ethics of Artificial Intelligence
  9. The Weaponisation of Social Media
  10. The Importance of Space
  11. Cyber Threats

Le solite quisquilie e pinzillacchere.

Partecipanti: https://bilderbergmeetings.org/meetings/meeting-2019/participants-2019

Scorriamo l’elenco. Ma come, non avete invitato Greta Thunberg? Brutti bastardi!

Ha parlato a Davos, all’ONU, con la Casellati. Ha ottenuto grandi risultati.

Ha fatto felici migliaia di ragazze e ragazzi che da qualche mese saltano scuola – e non fate i fighetti che ci siamo passati tutti – ogni venerdì senza il rischio di prendere note.

Ha fatto tornare di moda i Verdi in Europa, il partito cuscinetto appiattito sulle politiche di PPE e S&D utile, insieme con i Liberali Democratici, per compensare le perdite dei giganti di maggioranza e proseguire col programma di annichilimento dei popoli europei altrimenti detto UE.

Che poi curiosamente in Svezia i Verdi sono ridotti al minimo. Sarà mica che a casa sua hanno mangiato la foglia? Mah!

E ora vediamo chi c’è per l’Italia.

Lilli Gruber (Editor-in-Chief and Anchor “Otto e mezzo”, La7 TV)

Stefano Feltri (Deputy Editor-in-Chief, Il Fatto Quotidiano)

Matteo Renzi (Former Prime Minister; Senator, Senate of the Italian Republic)

Abbiamo una giornalista ormai di casa da quelle parti e due new entry.

Il vicedirettore de Il Fatto Quotidiano a cui immagino tutti da martedì prossimo vorranno chiedere come è andata.

Lui però non vi dirà nulla perché per partecipare a quel genere di cazzeggio i partecipanti sono tenuti ad osservare il più stretto riserbo. Chissà cosa ne pensa il buon Travaglio.

Buon ultimo il cazzaro fiorentino che nonostante sia diventato un irrilevante e irritante – perché diventare membro di quel Senato che voleva cancellare è davvero una presa per il cuculo insopportabile – foruncolo viene premiato per… non so bene cosa. Poi si vedrà.

P.S.: Ci tengo. Sulla questione clima i temi li condivido, ma è come aver inventato l’acqua calda. E’ la farsa mediatica che mi sta sulle balle. Facciamo così. Se ho fondi e voglia l’anno prossimo vado io a Davos. Ho tante idee green delle quali vorrei parlare con il gota della finanza mondiale. C’è solo un problema. Io sarò arrestato, oppure mi punteranno un mitra in faccia e mi inviteranno gentilmente a tornare a casa sulle mie gambe finché sono in tempo. Chissà come avrà fatto Greta. Mistero!

Please follow and like us:
error