Parto dai complimenti al sito off-guardian che sta raccogliendo una documentazione completa e difficilmente attaccabile – è tutto materiale proveniente da siti istituzionali mondiali – che dimostra la colossale opera di mistificazione di quella che avrebbe dovuto essere poco meno di una influenza ed è diventata la Peste del ventunesimo secolo.

Il taglio è quello che piace a me perché quando usi i loro dati, i loro numeri e i loro documenti per sbugiardarli non hanno altre armi per rispondere se non quelle della vuota denigrazione.

Cito l’articolo di ieri “10 Steps to Turn a Pandemic into the Brave New Normal” (https://off-guardian.org/2020/05/19/10-steps-to-turn-a-pandemic-into-the-brave-new-normal/) dove troviamo il decalogo del perfetto membro della “institutionally sociopathic elite caste” (la casta elitaria istituzionale sociopatica).

Consiglio la lettura di questo articolo così come delle sezioni relative alla “pandemia” COVID19. Molto utile.

L’altro articolo invece riguarda un video scomodo che ha evidentemente superato il limite – un po’ come quello dei medici californiani – dopo il quale scatta l’allarme rosso tra i media di regime che infatti hanno prontamente iniziato la consueta opera di demolizione controllata della protagonista.

Si tratta di “Plandemic” (https://www.nytimes.com/2020/05/20/technology/plandemic-movie-youtube-facebook-coronavirus.html) e della intervista alla dottoressa Judi Mikovits che molti avranno visto essendo online da giorni. A chi non lo avesse ancora visto lo consiglio quanto meno dopo aver raccolto informazioni sulla dottoressa e su quello che ha passato negli ultimi anni.

Per alcuni, in testa i media main stream, la dottoressa è ampiamente screditata dalle sue vicende professionali e la successiva detenzione, per altri siamo di fronte ad una persona sincera che per le sue accuse a personaggi come il dottor Fauci ha pagato a caro prezzo.

In ogni caso merita una riflessione tenendo conto di ciò che è accaduto e sta accadendo a livello USA e mondiale. E anche sulla base di quanto scritto nel post di ieri (http://www.busnosan.it/wp/2020/05/19/emergenza-infinita/) riportando i due studi apparsi su Nature e Science Magazine.

Chiudiamo con un video dell’ormai virologo/infettivologo/epidemiologo ad honorem, nonché profeta, Zio Bill (Knock) Gates.

Tenetevi forte perché questa volta Zio Bill ha predetto la prossima sfiga mondiale. Sarà la volta di un attacco terroristico batteriologico.

Bene! Ora sapete che questa “pandemia” mediatica con tutta probabilità cambierà la nostra vita pesantemente, ma non definitivamente come piace a Zio Bill perché ci sarà bisogno di un altro bel boost. Considerate che questa “pandemia” la predisse nel 2015 quindi potremmo avere a che fare con qualche “fondamentalista” entro il 2025 o giù di lì.

Dalle mie parti però si usa dire che la gallina che canta è quella che ha fatto l’uovo. E non dimenticate che i soli USA hanno nell’Est Europa la bellezza di 65 laboratori che lavorano proprio alle armi batteriologiche. Prima o poi le vorrai usare o no?

Please follow and like us: