Ieri il Ministro Gualtieri ha puntualizzato dopo la pubblicazione di articoli giornalistici che parlavano di un 81% di decreti attuativi ancora da approvare che di fatto bloccherebbero la macchina messa in moto coi decreti “Cura Italia” e “Rilancio”.

Sul sito del MEF leggiamo: http://www.mef.gov.it/ufficio-stampa/comunicati/2020/Mef-limplementazione-delle-misure-Covid-procede-spedita-dati-riportati-sui-media-fuorvianti/.

Il Ministro sostiene che i decreti attuativi sono a buon punto e aggiunge che il 72% degli articoli del Decreto “Rilancio” sarebbero autoapplicativi. E noi ci fidiamo.

Certo che a leggere dal sito dell’Ufficio per il programma (http://www.programmagoverno.gov.it/it/focus/decreti-attuativi/), pur aggiornato solo al 31 maggio, la situazione relativa ai provvedimenti del solo governo Bis-Conte non pare essere delle più entusiasmanti.

Provvedimenti adottati: 42 (http://www.programmagoverno.gov.it/media/4262/pdf_conte_ii_adottati.pdf).

Provvedimenti da adottare: 370 (http://www.programmagoverno.gov.it/media/4264/pdf_conte_ii_non_adottati.pdf).

Su un totale di 412 provvedimenti l’89,8% non sono ancora stati adottati. Solo il restante 11,2% sì.

Con questa media qualche dubbio potrebbe sorgere, ma noi come detto ci fidiamo del “magnifico” Gualtieri.

Sempre dal sito del MEF apprendiamo della prima emissione di BTP Futura per i soli retailers (http://www.mef.gov.it/ufficio-stampa/comunicati/2020/Nuovo-BTP-Futura-il-primo-titolo-di-Stato-100-retail-con-premio-fedelta-legato-al-PIL-avra-durata-10-anni-con-3-step-di-tassi-fissi-crescenti-nel-tempo/).

Tutto molto bello, ma vedremo le cifre di questa raccolta senza dimenticare ciò che ha detto anche il Presidente CONSOB Paolo Savona, ovvero che è il momento di puntare su quei 1.500 miliardi di risparmi degli italiani da mettere in campo con Bond “di guerra” o come diavolo li si voglia chiamare.

E’ tempo di fare una colossale partita di giro interna e non di mendicare soldi a strozzo da Bruxelles, che anche oggi conferma lo stallo atto a obbligare Paesi come il nostro a ricorrere all’ESM.

Noi ci fidiamo “ciecamente” del “meraviglioso” Gualtieri, ma da qui a settembre occorrerebbe il coraggio di fare quello che altri non vogliono che si faccia.

Please follow and like us: