Oggi celebriamo il ritorno dell’influenza, ma anche quello del raffreddore e vediamo alcune news dalla newsletter di Openpolis.

Partiamo dalla notizia diffusa da ANSA che vede il ritorno dell’influenza col primo caso in Lombardia e uno anche in Piemonte (https://www.ansa.it/amp/lombardia/notizie/2021/10/14/identificato-in-lombardia-il-primo-caso-di-influenza_c7064ff2-c8bb-41ff-bbb9-b7f5de5da2dd.html).

Ora, siccome l’influenza manca all’appello, in Italia come nel resto del Mondo, da aprile 2020 c’è di che festeggiare, anche perché, non modo tutt’altro che sospetto, Covid sta invece subendo un declino nella curva dei cosiddetti contagi.

Noi aggiungiamo un paio di articoli per riflettere sulla comicità involontaria dei presunti esperti e dei media di regime, fuori controllo ormai da tempo.

Il primo lo ha pubbicato il Messaggero a marzo 2021 (https://www.ilmessaggero.it/salute/focus/mascherina_covid_sistema_immunitario_ultime_notizie_oggi_8_marzo-5817578.html).

In quell’occasione ci dissero che scienziati statunitensi ipotizzarono un beneficio dell’uso delle museruole per il sistema immunitario.

Da leggere la motivazione, in pratica una sorta di aerosol senza macchinetta avrebbe dato un ipotetico aiuto al sistema immunitario che però…

Però il 21 settembre 2021 questo beneficio è andato a farsi benedire, almeno per i ricercatori britannici, che si sa con Brexit sono andati fuori di melone.

Secondo l’articolo de il Mattino (https://www.ilmattino.it/salute_e_benessere/raffreddore_piu_grave_mascherine_news-6216229.html) il ritorno del raffreddore sarebbe pericoloso – ma il reffreddore è mai stato pericoloso? – a causa dell’uso intensivo delle museruole nei 18 mesi pseudo pandemici che abbatterebbe le difese del sistema immunitario.

Io la risposta, con tanto di decine e decine di pubblicazioni scientifiche, l’avrei già data nel merito. Però voi mettetevi d’accordo. Sennò mi mandate le pecorelle in dissonanza cognitiva.

Da Openpolis leggiamo due news.

La prima riguarda il ricorso alla fiducia da parte del Governo Draghi (https://www.openpolis.it/il-ritorno-della-questione-di-fiducia/).

Draghi viaggia alla grande e risulta già ora al secondo posto per voti di fiducia richiesti al mese, dietro solo all’imprendibile Monti.

Questioni di fiducia (da Openpolis)

I dati che emergono da questa notizia sono la natura immonda dei governi tecnici, sorretti da ampie maggioranze – entrambe con di fatto un solo partito all’opposizione (fittizia) – ma vincolati alla fiducia per motivi evidenti.

Il primo la necessità di baipassare il Parlamento onde evitare modifiche a testi che non sono emendabili perché decisi altrove (vedi alla voce Bruxelles e Think Thank).

Il secondo per rendere la consuetudine di questo baipass la normalità svuotando del tutto il Parlamento della sua funzione legislativa. Sai mai che qualcuno ricordasse al banchiere che il Governo ha mera funzione esecutiva.

L’altra news riguarda i salari (https://www.openpolis.it/quanto-guadagnano-in-media-i-cittadini-europei/).

Vi farà piacere sapere che l’Italia è l’unico Paese UE ad avere un saldo negativo dal 1990 ad oggi.

Salari UE 1990-2020 (da Openpolis)

Siamo i soli ad avere il segno meno alla voce variazione dei salari, proprio come voleva Mario Monti – ve lo ricordate? Distruggere la domanda interna?

Però va tutto bene! Con un PIL che dal sotto zero dello scorso anno (forse) aumenterà del 6% (con tutte le spese per la presunta emergenza sanitaria buttate dentro). Credeghe!

Già che ci siamo ricordiamo l’ultimo video della Busnosan Television.

La musica giusta

Select a target language

    Translator

    Select a taget language: