Quando il Corriere della Sera è uscito con un articolo a firma Fiorenza Sarzanini e Monica Guerzoni con l’elenco (e le fot segnaletiche) dei presunti componenti di una rete “putiniana” di casa nostra ho riso di gusto ma anche pensato alle ripercussioni di tali calunnie per i diretti interessati.

Qui l’articolo per chi se lo fosse perso: https://www.corriere.it/politica/22_giugno_05/rete-putin-italia-chi-sono-influencer-opinionisti-che-fanno-propaganda-mosca-fce2f91c-e437-11ec-8fa9-ec9f23b310cf.shtml.

Nei giorni successivi la signora Sarzanini ha tentato di difendersi peggiorando la situazione mente la signora Guerzoni è andata a fare la classica domanda pilotata al premier Draghi in una conferenza stampa due giorni fa.

Insomma, una bella coppia di giornaliste di regime.

Non mi interessa approfondire i perché di questa squallida iniziativa diffamatoria della quale tanto si sta parlando.

Voglio soffermarmi su altro.

In quell’articolo è stato accusato anche Manlio Dinucci, geografo e analista geopolitico, ex Manifesto, che collabora con Byoblu e mana in onda l’ottima trasmissione “Pangea Grandangolo” (da vedere tutti i venerdì dopo il Tg delle 20.00 sul canale 262 del digitale).

Uno dei “capi di imputazione” a carico di Dinucci sarebbe quello di aver detto il falso parlando di un report redatto dalla Rand, think tank made in USA sul quale fanno affidamento i decisori politici per indirizzare le proprie decisioni.

Dinucci fece vedere già nel 2019 come quel report fosse più un piano d’azione. E oggi che torna di moda leggerlo fa impressione perché c’è esattamente ciò che gli USA hano fatto e stanno facendo per condurre una guerra contro la Russia mandando allo sbaraglio l’Ucraina.

Il report lo trovate qui: https://www.rand.org/pubs/research_briefs/RB10014.html.

Se non avete voglia di leggere potete rivedere la puntata di “Pangea Grandangolo” incentrata su quel report.

Dinucci ha quindi la sola “colpa” di aver raccontato con tropppo anticipo cosa avevano deciso di fare a Washington.

Altro documento da tenere da parte per non dimenticare cosa sta facendo Israele ai palestinesi è il primo report della “Commissione di inchiesta sui territori occupati” dell’ONU nel quale si riportano accuse pesantissime agli occupanti.

La notizia sul sito dell’ONU la trovate partendo da https://news.un.org/en/story/2022/06/1119912, poi si va più ne detetaglio su https://www.ohchr.org/en/press-releases/2022/06/commission-inquiry-occupied-palestinian-territory-including-east-jerusalem.

Il report vero e proprio è qui: https://documents-dds-ny.un.org/doc/UNDOC/GEN/G22/337/18/PDF/G2233718.pdf?OpenElement.

Segnalo questo report perché, olltre a mettere a nudo il segreto di pulcinella, ovvero che siamo in presenza di occupazione e apartheid della peggior specie,immagino che sarà l’ennesima riprova di quanto nullo sia il peso dell’ONU in determinat situazioni.

Non dimentichiamo infatti le numerose risoluzioni – ricordate quelle che facevano partire guerre “di liberazione” o “di esportazione della democrazia” ovunque in altri casi? – che Israele ha semplicemente e sistematicamente ignorato.

Da leggere con particolare attenzione ai passaggi nei quali si descrivono gli innumerevoli crimini contro l’umanità commessi da Israele in decenni di occupazione illegale.