Da un mese a questa parte i nostri medici curano i malati COVID19 con la tecnica descritta dal dottor Cesare Perotti.

Abbiamo la conferma dello stesso dottor Perotti che la cura col plasma iperimmune sta funzionando (https://www.affaritaliani.it/milano/covid19-perotti-san-matteo-vaccino-lontano-plasma-unica-cura-efficace-669793.html).

Ho ascoltato medici, personale e volontari, con alcuni di loro impegnati in Lombardia ho parlato direttamente nelle ultime settimane. Tutti confermano che la , senza dimenticare le altre cure preventive a base di idrossiclorochina, azitromicina ed eparina che permettono di non far arrivare i pazienti in ospedale.

Domande.

Perché i TG di regime non hanno mai nemmeno accennato a questa cura?

Perché parlano solo del nuovo fiammante, e quindi remunerativo, Remdesivir che qualche settimana fa – leggevo, perché sono curioso e gli studi me li vado a leggere – era definito “non utile” e oggi è diventato un super farmaco che, udite udite, migliora i tempi di recupero del 30%?

Perché continuano a ripetere come degli invasati la litania “Solo il vaccino ci salverà!” nonostante gli esperti ci dicano quanto sia complicata la ricerca e la successiva realizzazione dello stesso?

Perché oggi il signor Giuseppi Bis-Conte attende una chiamata dal signor Bill (Knock) Gates? Quali credenziali ha un informatico per poter parlare con il nostro Presidente del Consiglio di questioni sanitarie?

Perché ho la sensazione che ID2020 (https://id2020.org/) non sia solo un esercizio di stile, ma sia un programma ben definito?

Io ho solo domande, e queste sono solo alcune delle tante. Le risposte le attendo da chi di dovere.