Leggo sul sito ANSA le dichiarazioni attribuite al signor Ranieri Guerra dell’OMS e mi chiedo con al consueta curiosità se davvero COVID-19 sia paragonabile, anche alla lontana, con una delle pandemie peggiori della storia umana.

Vediamo cosa ha detto Guerra (https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2020/06/26/fase-3-guerra-oms-focolai-attesi-e-inevitabili-_727fe3c3-1f27-47f7-9d9d-b114c8de5e35.html).

L’epidemia Covid “si sta comportando come avevamo ipotizzato” e “il paragone è con la Spagnola che si comportò esattamente come il Covid: andò giù in estate e riprese ferocemente a settembre e ottobre, facendo 50 milioni di morti durante la seconda ondata

Va detto che l’articolo di ANSA è cambiato poche ore dopo la prima stesura. C’era infatti un altro virgolettato nel quale Guerra affermava che la seconda ondata sarebbe stata causata dall’allentamento delle misure di quarantena. A saperlo avrei fatto uno screenshot, ma tant’è, Guerra l’ha detto e il fatto che sia stato rimosso quel testo inserendo il solito paragrafo sul salvifico vaccino mi ha incuriosito.

Partiamo dal sito del CDC made in USA: https://www.cdc.gov/flu/pandemic-resources/1918-commemoration/three-waves.htm. Qui troviamo una scheda esauriente sulla pandemia (seria) detta Spagnola del 1918-19.

Molte informazioni che integriamo con il sito Fullfact made in UK: https://fullfact.org/online/spanish-flu-second-wave-quarantine/. Qui troviamo la risposta alla domanda sull’allentamento della quarantena come causa della seconda ondata.

Infine lo studio sul quale si basano le ricostruzioni storiche della Spagnola: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3291398/. Qui troviamo il grafico (da notare che si riferisce solo alla Gran Bretagna, ma lo si utilizza come metro da proiettare su tutto il Mondo) cui si fa riferimento per visualizzare le famose tre ondate di contagio.

Messi insieme tutti gli elementi possiamo dire che è una mezza verità l’affermazione sulla stagionalità delle ondate. La prima infatti partì in piena estate (Giugno-Luglio) e si “spense” tra Agosto e Settembre per poi ripartire forte tra Ottobre e Dicembre e tornare con l’ultima ondata tra Febbraio e Aprile.

L’altro elemento è quello dei 50 milioni di morti con la seconda ondata. Peccato che i morti stimati furono sì 50 milioni, ma contando tutte le ondate. Altra imprecisione del signor Guerra.

Infine la questione della quarantena “alleggerita” che avrebbe causato la seconda ondata. Questa è una panzana in quanto la quarantena fu messa in atto durante la seconda ondata, nel corso della prima no!

Insomma, dall’autore della gaffe sul Piano Pandemico Italiano smascherato da Report (il copia-incolla da quello del 2006) un’altra figuraccia.

Aggiungiamo l’assurdo paragone tra una pandemia (seria) e una pseudo-pandemia (mediatica). Basti vedere i numeri del tasso di mortalità che per la Spagnola fu del 2,5% mentre nel caso di COVID-19 ad andar bene saremo attorno alle percentuali della classica pandemia di influenza stagionale (ormai gli studi si accumulano in questo senso).

Ultimo dettaglio. La Spagnola colpì un Mondo che era in guerra con tutto quel che ne consegue sul piano della reazione dei sistemi sanitari. Ma cosa vuoi che sia.

Francamente il martellamento mi sta annoiando contando anche l’ultima querelle tra i dieci firmatari del manifesto che dovrebbe rimettere tutti in riga e ridimensionare l’allarme e color che invece, evidentemente preoccupati di perdere tutto il potere (e il denaro) che hanno accumulato, hanno contrattaccato ribadendo la loro posizione terroristica.

Ora ci stanno dando dentro coi focolai.

Faccio notare che si stanno verificando nelle aziende che hanno numeri importanti e situazioni ideali per generare grandi cifre da vendere al pubblico di polli.

Ormai anche i terroristi concordano – anche perché ci sono le prove documentali con studi di varai natura – sul fatto che il virus è in Italia almeno da Novembre 2019. Fatto da non sottovalutare perché significa che il contagio è ben più alto dei numeri (falsi) ufficiali e, ma questa è una mia illazione, quei quattro mesi di tranquillità sono serviti a creare un bel bacino da sfruttare al momento opportuno, ovvero per creare la seconda ondata, magari anche a virus defunto, così come lo considerano virologi italiani di fama mondiali e non i terroristi dal CTS e i loro soci.

Tornando ai focolai immagino come sia semplice dare ordine di controllare determinate aziende – vedi anche il mattatoio in Germania che dovrebbe fare più scandalo per le condizioni bestiali dei lavoratori – sapendo che avrebbero trovato quello che cercavano. Ma ripeto che questa è una mia illazione.

Please follow and like us: