Mi è capitato sott’occhio un video su Youtube nel quale si parla di un sito intrigante.

Il sito in questione è: https://thecommonsproject.org/.

Di cosa si tratta?

Di una iniziativa finanziata dalla (degnissima!?) Fondazione (filantropica!?) Rockefeller.

Tre i progetti in fase di lancio, tutti collegati alla pandemia mediatica Covid-19, in attesa che Covid-21 dia la stura a nuovi progetti (ancora chiusi nel cassetto?).

CommonHealth vi accompagnerà tenendo da conto tutti i vostri dati sanitari in modo sicuro.

COVIDcheck che aiuta voi, i governi e i sistemi sanitari a fronteggiare la pandemia mediatica e, occhio alle ultime parole “and return to a new normal” (a tornare a una nuova normalità?).

Capito? Nuova normalità. Quella vecchia ve la potete scordare. Punto e basta!

CommonPass invece l’abbiamo già conosciuta nel video del World Economic Forum (https://www.weforum.org/videos/common-pass-travelling-the-world-in-the-covid-era).

Detto questo mi è venuto un dubbio.

Quando sarà nato questo sito?

Andiamo su whois https://www.whois.net/ e cerchiamo.

Data di creazione: 24 novembre 2018. Per inciso la data di scadenza è già fissata al 24 novembre 2021, che potrebbe non voler dire nulla, ma anche no (sappiamo che questa storiaccia durerà fino al termine del prossimo anno).

Poco male. Magari avevano previsto di fare altro e l’evoluzione covidiana della situazione ha fatto virare su nuovi progetti.

Allora vediamo se è possibile visualizzare qualche versione precedente dal novembre 2018 al gennaio 2020 (quando la pandemia mediatica ha avuto ufficialmente inizio).

Andiamo su thewaybackmachine per verificare: https://web.archive.org/web/20201001000000*/http://thecommonsproject.org/ (questa è la pagina di The Commons Project).

Olè! Ci sono tre snapshot di luglio, agosto e settembre del 2019. Del 2018 nulla.

Proviamo a visualizzarli.

E uno… Niente!

E due… Niente!

E tre… Niente!

Messaggio di errore (Error. Page cannot be displayed. Please contact your service provider for more details.) in tutti i casi.

Il primo snapshot visualizzabile è quello di aprile 2020.

Non vuol dire nulla eh! Ma vrei avuto piacere di constatare che nel 2019 non ci fossero tracce di applicazioni Covid in elaborazione.

Purtroppo non è stato possibile.

Che io poi senta puzza di bruciato come al solito è cosa nota e non è affare vostro. Io sono reo confesso in malafede.

Select a target language

    Translator

    Select a taget language: