Il morbillo infrange altri record raggiungendo quota 7 mesi di inattività. Ebbene sì! Siamo arrivati a 7 mesi senza alcun caso sull’intero territorio nazionale. Si conferma il potere taumaturgico del coronavirus pigliatutto.

I dati ormai sono più che eloquenti (https://www.epicentro.iss.it/morbillo/bollettino/RM_News_2020_62.pdf) e l’attesa è stata ripagata. Vai a capire poi perché prima le rilevazioni si erano fermate per 6 mesi (da gennaio a giugno 2020) e poi per altri 2.

Comunque quel che conta è che il morbillo in Italia è stato debellato.

Io avrei preparato i mortaretti, anche se siamo sotto le feste di fine anno e probabilmente saranno proibiti perché considerati sport amatoriale, ma pare che non gliene freghi niente a nessuno.

I misteri della (dis)informazione di regime.

Eravamo in attesa anche dei primi dati sull’influenza cosiddetta stagionale, ma sostanzialmente ci è andata male. C’è un primo aggiornamento (https://www.epicentro.iss.it/influenza/flunews) privo però di numeri significativi. Ci dicono di portare pazienza ancora per un po’ e noi disciplinatamente eseguiamo.

Infine un cenno al nuovo report sui decessi (quelli ufficiali) da Covid-19.

Si confermano i trend con la nostra Lombardia che stacca tutti in vetta (42,0%), seguono Emilia Romagna (10,9%) e Piemonte (8,2%) con quest’ultima incalzante alla caccia del secondo posto.

L’età media dei defunti è di “soli” 80 anni con una incidenza dai 40 anni in giù praticamente pari a 0. Ma noi continuiamo a lasciarli marcire a casa, soprattutto i giovanissimi, perché vogliamo loro un mondo di bene.

Il campione di 5.592 deceduti per i quali è stato possibile analizzare le cartelle cliniche – citiamo testualmente domandandoci quando sarà possibile effettuare tali verifiche su tutte le cartelle cliniche, magari aggiungendo un controllo su metodologie di cura applicate e percorso di malattia del paziente, non per cattiveria ma per scrupolo – continua a far registrare fin qui una percentuale “bulgara” di persone sanissime (ovvero prive di patologie pregresse) che hanno avuto la sfiga di incrociare il terribile flagello (3,2%) il che ci porta a dire che in proiezione, calcolata sulla base del totale dei decessi ad oggi (https://lab24.ilsole24ore.com/coronavirus/), in questo momento avremmo la “spaventosa” stima di 1.717 decessi senza ombra di dubbio (ma sempre in teoria) da attribuire alla Covid-19.

Un bel numero non c’è che dire! Anzi direi un’autentica mattanza!

Mattanza che giustifica senza ombra di dubbio le restrizioni/prescrizioni decise dal nostro venerabile governo.

E per il bollettino pseudo-medico-scientifico di oggi è tutto.

Di seguito la versione video.