Mentre l’Italia resta nella bolla pandemica – e sempre più Paesi stranieri escono dalla farsa in ordine sparso – si sentono risuonare le trombe delle fanfare di guerra da Est a Ovest.

Sappiamo delle provocazioni americane con il Presidente Biden e la speaker della Camera Pelosi a dare del killer al Presidente russo Putin. Ma poi son oaccadute molte altre cose che nei due video qui sotto vengono messe in fila a dipingere un quadro allarmante.

Molti elementi da aggiungere a quelli già noti per meglio comprendere la situazione.

Certo, a pensar male quel coprifuoco senza senso per evitare il “contagio” sembrerebbe ideale per abituare la popolazione a una guerra imminente. Ma credo non sia così e propendo per la totale imbecillità dei governanti e la malafede di coloro che dietro di loro manovrano la questione pandemica per condurci verso un futuro distopico.

C’è però la sensazione che questo clima di guerra possa sfociare in quella guerreggiata in Ucraina dove il Presidente-comico ha messo nero su bianco l’intenzione di attaccare il Donbass, e si immagina la Crimea. Immagino la telefonata in arrivo da Washington dietro questa decisione.

La risposta russa nelle parole del Ministro degli Esteri Lavrov è stata chiara. Della serie “non disturbare l’orso russo”.

Povero Zelesny, schiacciato tra due fuochi, i più grandi militarmente parlando, non deve certo essere una bella posizione la sua.

Anche noi però rischiamo qualcosa nel caso in cui le idiote uscite del nostro Ministro degli Esteri si unissero alla contribuzione, come afferma Dinucci, fattuale a eventuali azioni di guerra.

Confido nella bonarietà russa e nella loro saggezza, ma non è detto che duri.

Butto lì una battuta che nessuno ha ancora fatto per dare un tocco di originalità (ma ci credo davvero) al pezzo.

E se tenessimo d’occhio i ricconi?

Qui c’è la lista dei paperoni made in USA: https://www.zerohedge.com/personal-finance/visualizing-richest-families-america.

Teniamoli sotto controllo anche a casa nostra.

Qualora dovessero sparire dalla scena tutti quanti in un sol colpo, nel senso che se la potrebbero dare a gambe in direzione bunker neozelandesi per esempio (anche se con l’AI applicata ai video potrebbe fingere di trovarsi qui ed essere già al sicuro), allora per noi sarebbe più o meno finita. Quindi al momento siamo tranquilli, finché dura, minchiate pandemiche a parte.

Select a target language

    Translator

    Select a taget language: