Si va con un po’ di “Cronache covidane” assortite.

Dopo un mese di attesa atto a far accumulare le prime settimane di dati l’Istituto Superiore di Sanità ha divulgato l’11 novembre il primo report sull’influenza stagionale. Abbiamo spunti di riflessione.

Intanto i link.

Il primo alle news: https://www.epicentro.iss.it/influenza/aggiornamenti.

Il secondo al report vero e proprio: https://w3.iss.it/site/rmi/influnet/pagine/rapportoInflunet.aspx.

Diciamo subito che è disponibile solo il report epidemiologico, quello virologico arriverà probabilmente col secondo aggiornamento. Dettaglio non da poco in quanto l’epidemiologico permette di fare delle proiezioni sui casi totali, mentre il virologico certifica la presenza o meno della malattia, e dal momento che la stagione scorsa, come detto qui più volte, si è registrato uno 0 assoluto tra i campioni testati attendiamo la prova ufficiale del ritorno dell’influenza.

E sì! Perché una delle anomalie di questi diciannove mesi è stata rappresentata dalla scomparsa mondiale dell’influenza. La stessa che, così ci hanno detto a settembre, sarebbe tornata con particolare virulenza.

Ci sono tante cose da dire. Per ora invito chi legge a guardare i grafici e porsi domande. Io dovrei riuscire a fare un video per spiegare cosa penso di questi primi dati e del loro collegamento con i report covidiani.

Diciamo solo che è molto eloquente la parola “Brusca” usata per definire la partenza della stagione.

Dalla CBS giunge notizia del ritiro di 2,2 milioni di test che sarebbero falsi positivi (https://www.cbsnews.com/news/covid-home-test-recall-ellume-false-positives/).

Ogni tanto capita, ma io devo dire che non mi sorprendee avendo raccolto documentazione che dimostra come questi test siano inattendibili al 100%.

Andiamo in Australia, dove per inciso alcuni degli stati vivono un vero e proprio incubo che spero possa aver finire quanto prima, per leggere le parole di uno dei tanti fenomeni nazisti usciti fuori dalle fogne in questi mesi.

Trattasi del Presidente della Australian Medical Association (https://www.zerohedge.com/political/aussie-health-chief-says-people-who-dont-get-vaccinated-will-be-miserable-and-lonely-life).

Parole come “Sono matti a non vaccinarsi, vivranno una vita miserabile senza il vaccino” e altre che potete leggere nell’articolo con particolare attenzione al controllo che si paventa sui medici, per non dimenticare che il vero obiettivo di tutta questa faccenda è proprio il controllo totale.

Chi semina vento…

In Svizzera la popolazione protesta e intanto, oltre alle offerte dei bordelli (che trovate nel mio ultimo Hellzapoppin’, il video lo mettiamo a fine articolo), abbiamo anche l’uso dell’ipnosi per gli indecisi (https://www.adnkronos.com/covid-oggi-svizzera-vaccino-sotto-ipnosi-per-convincere-indecisi_7muS888Rnl39lpmWaIqr98).

Faranno firmare anche il consenso sotto ipnosi?

Mentre qui si delira anche gli inglesi plaudono alla strategia svedese (https://www.dailymail.co.uk/news/article-10178701/How-Sweden-swerved-Covid-disaster-WITHOUT-lockdown.html).

In questi giorni ho scritto al signor Mattarella proponendogli di fare una visita in terra scandinava e intrattenersi almeno mezza giornata col professor Tegnell per comprendere come si fa a non rovinare la vita di milioni di persone e tenere sotto controllo la situazione lo stesso. Non attendo risposta.

Ricordiamo poi che nelle ultime settimane si sono verificati più malori, anche mortali, tra sportivi che negli ultimi dieci anni (https://www.zerohedge.com/medical/german-newspaper-highlights-unusually-large-number-soccer-players-who-have-collapsed – agevoliamo anche video: https://rumble.com/vowrsh-sport-impressionante-serie-di-malori-improvvisi.html), ma è tutto normale. Funzionnicchia!

Già che c’ero ho scritto anche alla vigilanza RAI per chiedere la rettifica e le scuse del conduttore di “Frontiere” che ha pubblicato e commentato, insieme a un esperto mica tanto esperto, l’Art. 32 della Costituzione (qui il mio video sull’accaduto: https://www.youtube.com/watch?v=3CmKOcr8RII&t=174s), ma non ho ancora verificato se la segnalazione sia andata a buon fine e non ho ricevuto risposta.

Chiudiamo con il quindicesimo Hellzapoppin’ per provare a sorridere nonostante tutto.

Select a target language

    Translator

    Select a taget language: