Alcune news dalle letture estive per chi avesse voglia di approfondire le tematiche trattate.

Partiamo dalla Grecia e dalla presunta buona nuova dell’alletamento della morsa di Bruxelles sul paese ellenico sottoposto al rigido programma di rientro dai debiti contratti con l’adesione al MES.

Ne parla comedonchisciotte in un articolo (https://comedonchisciotte.org/la-grecia-e-salva-i-tragici-miracoli-delleuro-tolgono-la-sorveglianza-ue/) utile per comprendere la perversa mentalità che pervade i signori della troika.

In sintesi per loro la Grecia è sulla buona strada perché sta imppementando tutte le distruttive misure imposte dalla UE mentre il paese segna fondamentali economici disastrosi e la popolazione ne subisce le conseguenze. Senza dimenticare che la Grecia porterà questo cappio al collo fino al 2042, salvo ulteriori uragani sempre dietro l’angolo.

Il World Economic Forum presenta un articolo a firma Inbal Goldberger – e ci mettono la classica frasetta per polli che intende dire che le opinioni espresse sono quelle dell’autore e non del Forum. Per intenderci un mio articolo su questi argomenti non lo pubblicherebbero mai – nel quale si suggerisce u n approccio integrato per combattere i nuovi metodi del bullismo online (https://www.weforum.org/agenda/2022/08/online-abuse-artificial-intelligence-human-input).

Nobile intento si direbbe, ma intanto portiamo avanti la fusione ideale tra uomo e macchina con la cooperazione con le AI di controllo e facciamo progredire lagenda di controllo totale su di noi.

Zitti, zitti…

Abbiamo poi una coppia di articoli sul green e le sue enormi incongruenze.

Il primo da Zerohedge ci ricorda che l’uso di Jet privati è in aumento del 30% rispetto al 2019, ultimo anno pseudo-normale (https://www.zerohedge.com/markets/private-jet-usage-flies-record-highs-even-among-climate-outrage).

Interessante sia perché ci ricorda che i ricconi il green lo vogliono fare sulla nostra pelle. Loro continueranno a fare i loro porci comodi come se nulla fosse alla faccia nostra.

Poi c’è il dato dei nuovi utilizzatori che conferma come la pseudo-pandemia abbia fatto aumentare il numero dei più abbienti e, immagino, che in molti preferiscann pagare qualcosa in più, anche coi viaggi in compagnia di altre persone, onde evitare i ridicoli controlli che hanno caratterizzato gli ultimi ventotto mesi.

Il secondo è di qualche mese fa (http://www.euronews.com/green/2022/02/01/south-america-s-lithium-fields-reveal-the-dark-side-of-our-electric-future) e serve per ricordare anche agli entusiasti, come io sono stato, dell’elettrico che abbiamo qualche probelmino ambientale da risolvere prima di buttarci sulla riconversione del parco macchine europeo. Qualcuno lo dica ai signori di Bruxelles che vorrebbero imporre il tutto entro il 2035. Senza dimenticare che stiamo parlndo di inverno al freddo e prezzi dell’energia alle stelle ed entro tredici anni doremmo tappezzare di colonnine elettriche l’intera rete stradale. Come no!

In ultimo uno dei tanti “ve lo avevo detto” che negli ultimi mesi io come altri posso affermare.

E’ uscito uno studio (https://www.cell.com/cell-reports-medicine/fulltext/S2666-3791(22)00271-3) che conferma ciò che scrissi nel luglio 2020, ovvero che il vaccino per la tubercolosi, arcinoto e sicuro nonché a bassissimo costo (non c’è più il brevetto), funziona con qualsiasi patologia influenzale, compresa quella fantasma che ci afflige da ventotto mesi.

Si conferma che non è necessario essere esperti per comprendere le cose, basta saper leggere e studiare documenti che sono a disposizione di chi li vuol vedere. Ma il problema è proprio questo, ovvero che lor signori non li vogliono vedere .