Tocca ammetterlo. Non posso fare altro. Lo devo dire. Lo dico? Lo dico!

Oggi, domani, forse dopodomani, al massimo entro un mese io e tutti coloro che ancora non hanno aderito alla sperimentazione di massa saremo morti.

La conferma arriva da un piccolo paesino in provincia di Enna, Pietraperzia.

Nel comune siciliano di circa 6.400 anime ben sei, e tutte della stessa famiglia, ci hanno lasciasto nel breve volgere di un mese.

Ne danno notizia ANSA (https://www.ansa.it/sicilia/notizie/2022/02/04/famiglia-non-vaccinata-5-morti-in-un-mese-_ee4a5d26-a4db-4b51-88cf-6188ccf7861c.html), Corriere della Sera (https://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/palermo/cronaca/22_febbraio_04/covid-pietraperzia-cinque-morti-un-mese-stessa-famiglia-erano-tutti-senza-vaccino-a194be7e-85b9-11ec-b7f2-532c7f7f5e11.shtml) e ovviamente la stampa locale tra cui citiamo La Sicilia (https://www.lasicilia.it/covid-19/news/cosi-il-covid-ha-distrutto-una-famiglia-no-vax-di-pietraperzia-5-morti-in-un-mese-1471955/) e Vivi Enna (https://www.vivienna.it/2022/02/04/pietraperzia-unintera-famiglia-sterminata-dal-covid-sei-decessi/).

Leggiamo i titoli:

  • Famiglia non vaccinata, 5 morti in un mese (ANSA)
  • Covid, a Pietraperzia cinque morti in un mese nella stessa famiglia: erano tutti senza vaccino (Corriere)
  • Così il Covid ha distrutto una famiglia (no vax) di Pietraperzia: 6 morti in un mese (La Sicilia)
  • Pietraperzia. Un’intera famiglia sterminata dal covid, sei decessi (Vivi Enna)

A parte la discrepanza che penso sia dovuta a refuso o mancato aggiornamento nel caso di ANSA non mi metto certo a sindacare sul fatto che tutti i defunti fossero stati testati positivi al test covidiano, quello che per inciso ha attendibilità zero come ampiamente dimostrato in altri articoli, o che la notizia sia inventata/gonfiata. Non ho elemmenti e mi guardo bene dal dire alcunché.

Certo farebbe piacere sapere se siano intercorse altre vicissitudini poiché sei morti in un così breve lasso di tempo lascia alquanto perplessi. Insomma, avete mai sentito una notizia del genere in due anni di pseudo-pandemia?

Chissà? Magari tra qualche settimana o mese, magari sulla stampa locale, magari in un trafiletto leggeremo che sono state scoperte le vere cause di questa tragedia e nessuno avrà modo di leggerlo.

Lo so, sono malizioso, ma dopo due anni così deliranti e in pieno terrorismo sui bimbi come fai a stare zitto?

Ad ogni modo la lettura degli articoli fa emergere due dati.

Per gli scriventi questa vicenda conferma che solo il vaccino, che non è un vaccino e lo abbiamo dimostrato più volte ma va bene così, può salvare tutti noi dal terribile fanta-virus.

Il secondo dato però fa riflettere. A detta della nipote, fossi in lei starei attenta vista l’aria che tira, i famigliari avevano paura di “vaccinarsi” non per superstizione o per ignoranza, bensì per esperienza diretta.

Infatti leggiamo che…

“Avevano paura – ha ammesso Noemi -. C’erano stati amici e conoscenti che avevano avuto gravi conseguenze dal vaccino e, dunque, tutti avevano scelto di non farlo”

Letto bene?

Non serve altro.

Però tenetevi liberi perché a breve potreste essere invitati al mio funerale.